Logo stampa
menù responsive

In buone acque

 
In buone acque
clicca sull'immagine per scaricare il report In Buone Acque
 

IL VALORE DELLA TRASPARENZA

Il Gruppo Hera da oltre 10 anni pubblica un report interamente dedicato alla qualità dell'acqua di rubinetto. AcegasApsAmga dal 2013 consolida i propri dati all'interno del report di Gruppo e realizza una versione territoriale delle aree servite di Padova e Trieste, con valori ed iniziative locali rilevanti sul tema. La rete acquedottistica di AcegasApsAmga, costituita dall'insieme dei punti di captazione, potabilizzazione e distribuzione dell'acqua sino al cliente finale, si estende per 2.955 km, nelle province di Padova e Trieste e viene alimentata prevalentemente da acqua di falda. I punti di prelievo sono 66, di cui 58 di falda, 6 di superficie e 2 di sorgente.
Il 87,6% dell'acqua immessa in rete proviene da falda; il rimanente viene captato da acque superficiali (impianto di Boscochiaro a Padova) e dalle sorgenti Sardos presso l'impianto di Randaccio a Trieste.
L'accertamento della qualità dell'acqua prelevata e distribuita comporta un'attività di monitoraggio e controllo che viene effettuata secondo modalità previste da "Piani di monitoraggio" concordati con le aziende sanitarie locali ASU GI e ULSS 6 Euganea.
I campionamenti vengono eseguiti dal personale dei laboratori di analisi con la collaborazione del personale degli impianti e delle reti, lungo i processi di captazione, produzione, adduzione, stoccaggio, potabilizzazione e distribuzione.


 

 
punti di prelievo

L'ACQUA DI RUBINETTO È BUONA E GARANTITA: I DATI SULLA QUALITÀ

37.932 analisi svolte complessivamente dai laboratori del Gruppo e dalle Aziende Sanitarie del territorio nel 2019, con una media di quasi 104 analisi al giorno:

  • I parametri analizzati sono risultati conformi alla legge sostanzialmente per il 100% (tabella 1) La tabella riporta la percentuale di analisi che hanno dato un risultato conforme rispetto ai limiti di legge riferito a 22 parametri selezionati in base alla rilevanza e agli obblighi di trasparenza previsti dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA, ex AEEGSI) nella delibera 586 del 2012.
  • Concentrazioni medie inferiori rispetto ai limiti di legge in una misura compresa tra - 87% a - 91%* (tabella 2)
    I valori riportati nella tabella 2, derivano dalle analisi effettuate da AcegasApsAmga nell'anno 2018 nei punti di rete rappresentativi. Come è possibile constatare, tutti i valori sono ampiamente entro i limiti di legge e, volendo classificare l'acqua dell'acquedotto sulla base del modello adottato per le acque minerali, si può affermare che è di tipo oligominerale, a basso tenore di sodio e di modio-bassa durezza, caratteristica tipica di acque leggere.
  • Nessuna deroga al rispetto dei limiti previsti dalla legge (D.Lgs. n.31/2001)
    Nel grafico viene confrontata la qualità dell'acqua potabile distribuita da AcegasApsAmga con i limiti di legge. É stato calcolato il rapporto tra le concentrazioni di quattordici parametri* misurate presso i punti di rete rappresentativi dell'intero sistema di distribuzione e le loro concentrazioni massime ammissibili nell'acqua potabile.

Maggiori dettagli sulla qualità dell'acqua e sulle analisi svolte

*i parametri sono ammonio, arsenico, clorito, cloruro, conduttività, durezza totale, fluoruro, manganese, nitrato, nitrito, residuo secco, sodio, solfato, trialometani-totale


PERCHÉ BERE L’ACQUA DI RUBINETTO

Oltre che ecologica, buona e sicura l'acqua del rubinetto è anche economica; si stima che 1000 litri d'acqua minerale in bottiglia costano in media 280 euro, mentre la stessa quantità di acqua prelevata dalla rete e distribuita dal Gruppo Hera costa mediamente 2,1 euro.


LE SORGENTI URBANE, GLI EROGATORI AZIENDALI E LE ALTRE INIZIATIVE

AcegasApsAmga per valorizzare e promuovere l'utilizzo dell'acqua di rete coerentemente con i principi di efficienza energetica, riduzione dei rifiuti e controllo delle emissioni che caratterizzano la sua gestione, ha messo in atto numerose attività ed iniziative:
- Installazione delle sorgenti urbane in diverse zone della provincia di Padova. Presso le stesse i cittadini possono prelevare acqua frizzante, liscia o refrigerata ed attraverso un monitor vedere i parametri chimico-fisici dell'acqua erogata. Ad oggi sono state installate 6 sorgenti (Guizza, Mortise, Abano Terme, Abano Terme Giarre, Legnaro e Sant'Angelo di Piove di Sacco), e si è collaborato all'allacciamento dei 3 punti di erogazione pubblica a Trieste.
- Posizionamento di 35 erogatori di acqua liscia, gassata e refrigerata all'interno delle sedi aziendali di Padova, Udine, Trieste e Gorizia, per sensibilizzare i dipendenti ad un consumo responsabile e alla costante salvaguardia ambientale.

Nel 2019, con queste iniziative, sono stati complessivamente erogati circa un milione di litri d'acqua, con un risparmio di oltre 750.000 bottiglie di plastica, evitando così l'emissione in atmosfera di quasi 137 tonnellate di CO2! Il risparmio dei cittadini rispetto all'acquisto di acqua minerale in bottiglia equivale ad oltre 200 mila euro/anno.

- Gestione sostenibile di grandi eventi all'insegna dello "Zero Impact". In occasione delle Maratone di Padova e Trieste e della "Barcolana", per ridurre il consumo di acqua in bottiglia, vengono posizionati dei distributori di acqua di rete, realizzati dall'officina aziendale.
- Aggiornamenti costanti dei dati sull'acqua di rete, disponibili in bolletta, nell'area del sito dedicata alla qualità e controllo, e sull'app "l'acquologo", che consente, tra l'altro, di conoscere i valori medi dell'acqua del rubinetto di casa, di inviare via smartphone la lettura del proprio contatore idrico, di segnalare eventuali perdite della rete stradale, di essere avvisati tempestivamente in caso di momentanea interruzione dell'erogazione dell'acqua per lavori programmati e molto altro.


UN'ACQUA SU CUI INVESTIRE

Nel 2019 il Gruppo Hera ha investito 175,8 milioni di euro nel ciclo idrico integrato (il 30% in più rispetto alla media nazionale), di cui 37,6 riferiti ad AcegasApsAmga.
In AcegasApsAmga il valore degli investimenti nell'intero ciclo idrico integrato (acquedotto, fognatura, depurazione) è cresciuto in media del 17% annuo dal 2014, a garanzia di una gestione efficiente all'insegna della sostenibilità della risorsa acqua.
Prosegue il progetto "eAqua" che sviluppa il concetto di "smart grid" ovvero un maggior controllo della rete idrica attraverso la distrettualizzazione e modellizzazione della stessa, raggiungendo consistenti risparmi di energia e riduzione delle perdite; queste si attestano per il Gruppo al 31%, a fronte di una media nazionale del 42,4% (fonte: ARERA Relazione annuale 2019).
In AcegasApsAmga i risultati di questo lavoro sono evidenti: negli ultimi 5 anni le perdite si sono ridotte di quasi il 10%.
Il report mostra quindi un servizio idrico del Gruppo Hera che punta sull'interconnessione delle reti, sul telecontrollo, sul monitoraggio via satellite e sull'efficienza energetica per garantire la continuità del servizio, una gestione efficiente e un prodotto finale sicuro e di qualità.


RESTITUIRE ACQUA PULITA ALL'AMBIENTE - DEPURATORI DI QUALITÀ

L'impegno del Gruppo Hera si estende non solo alla qualità dell'acqua potabile, ma anche a quella dei depuratori.

A Trieste, l’innovativo impianto di depurazione di Servola, uscito dalle procedure di infrazione comunitarie 2004-2034 e 2014-2059 e dichiarato conforme, è pienamente operativo da giugno 2018. Tutte le funzioni dell’impianto sono entrate a regime e le concentrazioni di fosforo e azoto nelle acque reflue risultano già dimezzate. La realizzazione dell’impianto, frutto di un investimento di circa 50 milioni di euro, mostra l’ingente sforzo condotto da AcegasApsAmga a beneficio della città.

A Padova, continuano i lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione di Ca' Nordio. Il progetto, frutto di un investimento di circa 22 milioni di euro, risponde a un sistema di depurazione innovativo e soddisfa i criteri del Piano di Tutela Acque Regione Veneto. Al termine dei lavori, il potenziamento dell’impianto permetterà di servire oltre 230 mila abitanti equivalenti, rispetto agli attuali 197 mila, e di introdurre un ulteriore miglioramento dei trattamenti delle acque e dei fanghi. A proposito di quest’ultimi, un’innovativa serra solare, pienamente operativa da aprile 2020, consente di incrementare il tenore di sostanza secca presente nei fanghi trattati e di ridurre drasticamente il volume di quelli in uscita dal depuratore. La nuova serra high-tech porta a un risparmio annuo di 900 tonnellate di fango, pari a circa al 15% della quantità prodotta annualmente dall’impianto, e rappresenta un passo in avanti in un’ottica di sostenibilità ambientale.


L'IMPEGNO DEL GRUPPO HERA

Il Gruppo Hera aderisce al CEO Water Mandate, l'iniziativa del Global Compact delle Nazioni Unite promossa per rilanciare l'impegno delle aziende nella gestione sostenibile della risorsa idrica. Il CEO Water Mandate pone un'attenzione specifica alla trasparenza nella rendicontazione dei progressi delle aziende, dando un ulteriore stimolo alla definizione dei contenuti del Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Hera.


 
 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...