Logo stampa
menù responsive
L'ENERGIA: ELETTRICITÀ E GAS

Trasporto e Distribuzione del Gas

Ci sono due modi per trasportare il gas metano dal luogo di produzione a quello di destinazione.
Si può raffreddarlo e farlo diventare liquido, per poi trasportarlo con grandi navi fino al porto di destinazione. Oppure, e questo accade più di frequente, si può convogliare nei grandi tubi dei gasdotti, dove forti pressioni lo spingono velocemente per centinaia di chilometri.

Solo il 35% del metano utilizzato in Italia proviene da giacimenti nazionali situati in Romagna, Abruzzo e Calabria. Per il resto, il metano che usiamo proviene da: Algeria (attraverso un gasdotto che passa sotto il Mediterraneo - lungo 2.500 chilometri), Russia (gasdotto transiberiano -774 chilometri), Olanda (825 chilometri) e Libia (mediante gasdotto e navi).

 
Vignetta sul trasporto e la distribuzione del gas metano

Anche se ha tutte le caratteristiche di una fonte energetica rispettosa dell’ambiente, il metano è pur sempre un gas altamente in fiammabile e va utilizzato con cautela. L’estrazione, la lavorazione e il trasporto devono essere condotti con la massima attenzione, per evitare che si verifichino incendi ed esplosioni ai pozzi o ai depositi. Si tratta di incidenti rari, ma quando avvengono causano danni enormi, poiché provocano l’emissione in atmosfera di grandi quantità di anidride carbonica, ceneri e sostanze nocive.

Quando arriva in città, il metano deve essere decompresso, altrimenti farebbe scoppiare i tubi delle case. Una serie di cabine di decompressione serve proprio a ridurre la pressione del gas, che passa da 50-60 bar a 12 bar (rete di alta pressione) e successivamente da 12 a 0,5 bar (rete di media pressione). Il bar è l’unità di misura di pressione; 1 bar corrispondente circa a 1 atmosfera.

La riduzione di pressione viene ottenuta con speciali valvole che includono un filtro per togliere qualsiasi impurità al gas. Dalla decompressione del gas si ottiene anche una certa quantità di energia elettrica mediante un turboespansore a turbina.

Prima che il metano arrivi nelle nostre case la sua pressione viene ulteriormente abbassata fino al livello di 0,02 bar .

Al gas metano, che è inodore, viene aggiunto mercaptano o tetraidrotiofene, sostanze che servono a dargli quel tipico odore un pò sgradevole. Senza di esse non potremmo accorgerci di una eventuale perdita, correndo gravi rischi.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...