Logo stampa
UFFICIO STAMPA
01/12/2017

Perché bere l'acqua di rubinetto? Scoprilo nel report In Buone Acque

In Buone Acque: nuova veste grafica, contenuti aggiornati e certificati

Una nuova veste grafica, aggiornata e di lettura più immediata: è così che si presenta l’ultima versione di In Buone Acque, il report che rendiconta i dati quantitativi e qualitativi delle analisi effettuate sulle acque della rete padovana (e di tutto il territorio servito da AcegasApsAmga) nel corso del 2016.

In un paese come l’Italia che risulta al terzo posto nel mondo (e al primo in Europa) per consumo di acqua minerale, non è mai scontato ribadire che dell’acqua di rubinetto ci si può fidare perché è buona e sicura. Tra i dati più rilevanti che si evincono dal report, giunto alla 9a edizione nel Gruppo Hera e alla 4a in AcegasApsAmga, spiccano le oltre 51.000 analisi realizzate da AcegasApsAmga e dalle Aziende Sanitarie territoriali.

Oltre alla qualità dell’acqua, all’interno di In Buone Acque è possibile ritrovare molteplici informazioni di dettaglio tra cui le concentrazioni medie rilevate dalle analisi sia dell’Azienda sia dell’ente sanitario. In particolare, grazie alla nuova veste grafica è possibile comparare le caratteristiche dell’acqua di rubinetto con quelle dell’acqua minerale (confronto effettuato con i dati indicati nelle etichette di 17 acque minerali naturali presenti nei supermercati).

E' online il report in cui scoprire che il  servizio idrico del Gruppo  Hera punta sull’interconnessione delle reti, sul telecontrollo, sul monitoraggio via satellite e sull’efficienza energetica per garantire la continuità del servizio, una gestione efficiente e un prodotto finale sicuro e di qualità.

Tutti i dati contenuti nel report sono verificati dall’ente di certificazione indipendente DNV GL.

L’Acquologo: tutta l’acqua in un click

Conoscere i valori medi della qualità dell’acqua del rubinetto di casa o segnalare una perdita in strada è sempre possibile grazie all’Acquologo, l’app gratuita sviluppata da AcegasApsAmga, grazie alla collaborazione con il Gruppo Hera, e disponibile per i sistemi operativi iOS, Android e Windows Phone.

Sono molte le funzioni disponibili sull’Acquologo che permette inoltre di inviare via smartphone la lettura del proprio contatore idrico o di essere avvisati tempestivamente in caso di momentanea interruzione dell’erogazione dell’acqua per lavori programmati.
A quasi un anno di distanza dal lancio dell’applicazione nei territori serviti da AcegasApsAmga sono già più di 1.800 i download effettuati.

Buoni motivi per bere l’acqua di rubinetto

Tra le sezioni presenti all’interno del report è presente una parte dedicata agli aspetti economici ed ambientali del consumo di acqua di rete in confronto a quella in bottiglia. Qui viene evidenziato come sia possibile risparmiare quasi 270€/anno ed evitare all’ambiente milioni di bottiglie di plastica bevendo acqua di rubinetto in alternativa a quella in bottiglia, oltre alla praticità di riceverla direttamente a casa. L’acqua di Padova, o di Trieste, infatti è oligominerale a basso tenore di sodio e grazie alle oltre 88 analisi al giorno ne è confermata la qualità, qualora si riscontrasse l’odore di cloro, sarà sufficiente lasciare riposare l’acqua in una caraffa o berla fredda.

I numeri delle reti acquedottistiche AcegasApsAmga

La nuova veste grafica del rapporto rende più fruibili le informazioni anche grazie ai contenuti ricchi di infografiche. E’ così possibile avere una visione chiara e immediata sulla rete acquedottistica di AcegasApsAmga. Scopriamo che gli acquedotti dell'area di Padova serve complessivamente 299.368 cittadini, attraverso una rete di 2.382 Km in cui, nel 2016, sono stati immessi 41 milioni di mc di acqua. A Trieste l'acquedotto serve complessivamente 234.727 cittadini, attraverso una rete di 1.073 Km in cui, nel 2016, sono stati immessi 43,7 milioni di mc di acqua.

 
 
Risultati economici 2016
 
Risultati economici 2016 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
Presentazione del Gruppo
 
Presentazione del Gruppo Hera - 2016
 
 
Dove sei, ci siamo.
 
TV spot