Logo stampa
menù responsive
L'ENERGIA: ELETTRICITÀ E GAS

Sicurezza e Risparmio

Sicurezza dell'impianto è anche sinonimo di risparmio

 
Vignetta che rappresenta il troppo caldo dovuto ad un termosifone acceso

La cura dell’impianto di riscaldamento è importante non solo per la nostra sicurezza, ma anche sotto il punto di vista del risparmio.

L’estate è la stagione ideale per i controlli e la manutenzione dell’impianto: un check-up completo, affidato a un tecnico specializzato, ci assicurerà un inverno caldo e sicuro, oltre a un risparmio sui costi di gestione fino a cinquanta euro all’anno.

D’inverno, poi, il termostato dell’impianto di riscaldamento va regolato intorno ai 20 gradi: una temperatura più che sufficiente per rendere un ambiente confortevole. Così facendo, si ha anche un risparmio, visto che la spesa aumenta del 6%per ogni grado in più.

Inoltre, le tubazioni devono essere ben isolate, per permettere all’acqua di mantenersi calda più a lungo: in questo modo si evitano accensioni troppo frequenti e costose della caldaia o dello scaldabagno.

 

Per l’installazione di caldaie, fornelli e scaldabagni è importante scegliere locali ben ventilati per garantire agli apparecchi un costante apporto di ossigeno: ogni metro cubo di gas metano, per bruciare bene, ha bisogno di almeno 12 metri cubi d’aria.

Se l’aria a disposizione non è sufficiente, la cattiva combustione produce il monossido di carbonio, che è un gas inodore assai tossico che avvelena il sangue, bloccandone la capacità di trasportare ossigeno, e provoca asfissia. Oltre a ciò, la sua combustione produce grandi quantità di anidride carbonica che impoverisce l’aria di ossigeno e la rende irrespirabile.
Per questi motivi i prodotti della combustione devono essere convogliati all’esterno attraverso canne fumarie e camini.
Caldaie, scaldabagni e apparecchi a metano in genere (comprese le stufe a gas della cucina) devono essere mantenuti sempre puliti ed efficienti.

 
Vignetta Legge 46/90

La legge 46/90 stabilisce che gli impianti domestici siano dotati di una “Dichiarazione di conformità ”, un documento con il quale si attesta la conformità dell’apparecchio alle specifiche tecniche previste dalla legge. La Dichiarazione può essere rilasciata solo dall’installatore o da un tecnico abilitato. Entrambi devono essere iscritti al registro ditte della Camera di Commercio o all’albo provinciale delle imprese artigiane.

Ogni operazione di pulizia e manutenzione deve essere annotata dal tecnico sul Libretto di impianto. La pulizia ordinaria va effettuata una volta l’anno, il controllo della combustione ogni due anni.

Gli impianti di riscaldamento non in piena efficienza significano:

  • spreco energetico,
  • problemi di sicurezza,
  • maggiore inquinamento,
  • rischio di pesanti sanzioni
 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...