Logo stampa
menù responsive
VALORE CONDIVISO E PRIORITÀ STRATEGICHE

Territorio (e Impresa) - Abilitare la resilienza e innovare

aree d'impatto
Sviluppo dell'
occupazione
e delle nuove competenze
Innovazione
e digitalizzazione
Sviluppo economico e inclusione socialeResilienza e adattamento
Parità di genereIstruzione di qualitàCittà e comunità sostenibiliInnovazione e infrastruttureBuona occupazione e crescita economica12
Garantire attività di educazione delle giovani generazioni Sviluppare infrastrutture di qualità, affidabili e sostenibili, promuovere l'industrializzazione inclusiva e sostenibile, aggiornare infrastrutture e ammodernare industrie per renderle sostenibili (9). Aumentare l’urbanizzazione inclusiva e sostenibile e ridurre dell’impatto ambientale negativo delle città dell'aria e alla gestione dei rifiuti (11). Raggiungere livelli più elevati di produttività economica attraverso la diversificazione, l'aggiornamento tecnologico e l'innovazione e un’occupazione e lavoro dignitoso per tutti (8) Rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai rischi legati al clima e ai disastri naturali (13)

Le aree d’impatto per AcegasApsAmga. Tra parentesi gli SDGs prevalenti collegati alle aree di impatto

 

Nell’ambito del progetto Smart Metering Gas, che ha visto nel corso del 2020 l’installazione di oltre 73.000 contatori elettronici gas, in sostituzione dei vecchi contatori meccanici, AcegasApsAmga, insieme al partner tecnologico Acantho, ha attivato nel 2019 nelle città di Udine e Trieste di due nuove reti radio (LoRaWAN) che permetteranno la trasmissione dei dati via etere.

È continuato nel 2020 il progetto di installazione dei nuovi contatori gas 4.0 NexMeter, ingegnerizzati e sviluppati dal Gruppo Hera. Essendo in grado di sospendere autonomamente l’erogazione del gas in caso di rilevazione di perdite, la nuova tecnologia garantisce una maggior sicurezza soprattutto in zone ad elevato rischio sismico come quella del Friuli. 

A Trieste è continuata la sostituzione dei contatori dell’acqua su utenze ad “incasso misto” con i nuovi contatori smart che consentono la telelettura; come per il gas e l’energia elettrica, la trasmissione dei dati in tempo reale offre una maggior precisione nel monitoraggio dei consumi e nel controllo delle perdite.

Il nuovo piano di monitoraggio della rete elettrica adottato da AcegasApsAmga ricorre alla manutenzione predittiva per verificare lo stato di salute della rete e identificarne i punti più vulnerabili. Il sistema è volto a incrementare la resilienza della rete: prevedendo il logoramento di certi punti della condotta, è possibile programmare in anticipo degli interventi mirati ed evitare così l’insorgere di un blackout.

Nelle condotte che compongono rete idrica triestina e padovana è presente una sensoristica che, collegata al sistema di telecontrollo del Gruppo Hera, garantisce un monitoraggio in continuo di tipo quantitativo della risorsa. I dati raccolti consentono al sistema idrico di auto-regolarsi per ottimizzare la distribuzione, rafforzando la sicurezza della fornitura anche in condizioni estreme, e rendono più facile l’individuazione delle perdite.

In ottica di sviluppo economico e inclusione sociale, nel 2020 l’indotto occupazionale generato da AcegasApsAmga in maniera diretta e indiretta è stato pari a 2.360 lavoratori, mentre l’esternalizzazione dei servizi ambientali ha visto l’inserimento di 102 le persone svantaggiate grazie alle forniture da cooperative sociali, con conseguente beneficio economico per la Pubblica Amministrazione (minori costi assistenziali).

Infine, sul fronte della “tutela dell’aria e del suolo” continua a essere privilegiato l’acquisto di mezzi a minore impatto ambientale.

A partire dal 2018, per garantire maggiore sicurezza, continuità del servizio e abbattimento dei campi elettromagnetici, sono stati rimossi diversi km di cavi elettrici aerei e sono stati abbattuti vecchi pali per il sostegno dei fili sospesi. Accompagnate dal potenziamento della rete elettrica a media tensione e dall’impiego di nuove linee elettriche interrate, queste operazioni hanno restituito valore al paesaggio carsico triestino.

 

 

Nell'ambito del progetto Smart Metering Gas, che ha visto nel corso del 2020 l'installazione di oltre 73.000 contatori elettronici gas, in sostituzione dei vecchi contatori meccanici, AcegasApsAmga, insieme al partner tecnologico Acantho, ha attivato nel 2019 nelle città di Udine e Trieste di due nuove reti radio (LoRaWAN) che permetteranno la trasmissione dei dati via etere.

È continuato nel 2020 il progetto di installazione dei nuovi contatori gas 4.0 NexMeter, ingegnerizzati e sviluppati dal Gruppo Hera. Essendo in grado di sospendere autonomamente l'erogazione del gas in caso di rilevazione di perdite, la nuova tecnologia garantisce una maggior sicurezza soprattutto in zone ad elevato rischio sismico come quella del Friuli.
A Trieste è continuata la sostituzione dei contatori dell'acqua su utenze ad "incasso misto" con i nuovi contatori smart che consentono la telelettura; come per il gas e l'energia elettrica, la trasmissione dei dati in tempo reale offre una maggior precisione nel monitoraggio dei consumi e nel controllo delle perdite.

Il nuovo piano di monitoraggio della rete elettrica adottato da AcegasApsAmga ricorre alla manutenzione predittiva per verificare lo stato di salute della rete e identificarne i punti più vulnerabili. Il sistema è volto a incrementare la resilienza della rete: prevedendo il logoramento di certi punti della condotta, è possibile programmare in anticipo degli interventi mirati ed evitare così l'insorgere di un blackout.

Nelle condotte che compongono rete idrica triestina e padovana è presente una sensoristica che, collegata al sistema di telecontrollo del Gruppo Hera, garantisce un monitoraggio in continuo di tipo quantitativo della risorsa. I dati raccolti consentono al sistema idrico di auto-regolarsi per ottimizzare la distribuzione, rafforzando la sicurezza della fornitura anche in condizioni estreme, e rendono più facile l'individuazione delle perdite.
In ottica di sviluppo economico e inclusione sociale, nel 2020 l'indotto occupazionale generato da AcegasApsAmga in maniera diretta e indiretta è stato pari a 2.360 lavoratori, mentre l'esternalizzazione dei servizi ambientali ha visto l'inserimento di 102 le persone svantaggiate grazie alle forniture da cooperative sociali, con conseguente beneficio economico per la Pubblica Amministrazione (minori costi assistenziali).

Infine, sul fronte della "tutela dell'aria e del suolo" continua a essere privilegiato l'acquisto di mezzi a minore impatto ambientale.
A partire dal 2018, per garantire maggiore sicurezza, continuità del servizio e abbattimento dei campi elettromagnetici, sono stati rimossi diversi km di cavi elettrici aerei e sono stati abbattuti vecchi pali per il sostegno dei fili sospesi. Accompagnate dal potenziamento della rete elettrica a media tensione e dall'impiego di nuove linee elettriche interrate, queste operazioni hanno restituito valore al paesaggio carsico triestino.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...