Logo stampa
menù responsive
UFFICIO STAMPA
Padova - 28/08/2017

Zona Torre: al via i lavori di potenziamento della rete fognaria

mappa indicativa delle attività di cantiere

Nuove fognature a servizio della città

Ridare sicurezza e funzionalità a un'importante zona del territorio. E' questo l'obiettivo dei lavori relativi al progetto di ristrutturazione delle rete fognaria del bacino via Fornaci, via Venezian e via Ippodromo, che vedrà un investimento di circa 1.300.000 di euro da parte di AcegasApsAmga.
Partiti questa mattina, i lavori dureranno oltre un anno e permetteranno di potenziare la rete fognaria, mitigando eventuali allagamenti. Le opere si inseriscono nel più ampio programma di lavori che la multiutilityu, insieme al Comune di Padova, sta portando avanti per la mitigazione degli allagamenti e per il miglioramento della rete di drenaggio urbano della città. I lavori daranno un forte contributo al risanamento igienico-sanitario e idraulico dell'area nord-est di Padova, portando benefici a oltre un centinaio di proprietà nell'area. In particolare, toccheranno quelle zone del territorio storicamente sofferenti dal punto di vista idraulico e che nel corso degli ultimi anni hanno visto un incremento del fenomeno degli allagamenti e di disagi vari collegati a eventi meteorici anche di modesta entità. L'intervento iniziato oggi è partito da via Venezian e si sposterà successivamente verso via Ippodromo.

Caratteristiche tecniche degli interventi

Il progetto prevede la costruzione di un tratto di fognatura a servizio del bacino delimitato da Corso Irlanda, dall'autostrada A4 e dal fiume Brenta. Si tratta di un intervento che comprende sia la posa di un nuovo tratto di rete sia la ristrutturazione e l'ammodernamento di una parte di rete esistente. La condotta esistente nell'area risulta, infatti, di dimensioni non idonee alla sua funzione e la vetustà della struttura produce frequenti malfunzionamenti della rete, anche durante fenomeni meteorici di piccola entità. Il progetto riguarda la costruzione di un idoneo collettore principale che, partendo dall'incrocio tra via Chilesotti e Via dell'Ippodromo, percorre quest'ultima fino alla proprietà dell'ippodromo Breda, in corrispondenza della quale curverà verso il rilevato ferroviario, che sarà attraversato con un'innovativa tecnologia "no-dig" (letteralmente, senza scavo). A monte della ferrovia, la nuova condotta si collegherà alla tubazione esistente al di sotto della tangenziale. Superata quest'ultima, la condotta proseguirà lungo via Venezian. La realizzazione di queste opere darà un forte contributo alla riduzione del rischio idraulico della zona. Il bacino potrà contare su un nuova tubazione più capiente ed efficiente: le portate del collettore finale verranno infatti più che decuplicate e verranno eliminate le varie strozzature attualmente presenti.

Gli interventi nel rispetto dell'ambiente e delle famiglie

Le opere previste nel progetto (condotti e manufatti di vario genere) saranno realizzate sotto terra, quindi, non incidenti sull'aspetto paesaggistico. I lavori verranno, inoltre, realizzati prevalentemente su area stradale. Le operazioni in fase di costruzione saranno tipiche delle opere a rete interrate, con impiego solamente di escavatore e camion. Disagi potranno essere arrecati ai residenti per emissioni di rumori e odori determinati dai mezzi d'opera, limitati comunque alle poche giornate di lavoro per ogni zona interessata. Non si prevedono inquinamenti e disagi nella fase di esecuzione delle opere. Anche le limitazioni relative al traffico saranno tali da minimizzare il disagio arrecato alla cittadinanza.
Il tipo di opera che si andrà a realizzare consentirà un miglioramento della qualità ambientale del contesto territoriale. Infatti attualmente le acque nere confluiscono nella condotta di via Venezian che risulta visibile in alcuni tratti della strada con ovvie conseguenze relative agli odori e all'igiene dell'area. Al termine dei lavori invece le acque nere confluiranno nel nuovo collettore, lasciando il canale parallelo a via Venezian libero per le sole acque piovane a loro volta depurate in un altro tratto della nuova condotta.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...