Logo stampa
menù responsive
UFFICIO STAMPA
Padova - 02/08/2017

Nuova luce per la Specola: al via il rinnovato impianto di illuminazione

L'antica sede dell'Osservatorio godrà di nuova luce

La Specola avrà nuova luce. Hanno infatti preso il via questa mattina i lavori per l'installazione dell'impianto di illuminazione esterna della sede dell'Osservatorio Astronomico di Padova, uno degli edifici simbolo della città, sia dal punto di vista storico che culturale. L'impulso per questo grande progetto è partito da Osservatorio Astronomico e Comune di Padova, in collaborazione con iGuzzini Illuminazione, con l'intento di valorizzare l'antico stabilimento, patrimonio della comunità scientifica e luogo internazionale di ricerca, che celebra quest'anno i 250 anni della sua fondazione. AcegasApsAmga ha aderito con entusiasmo all'iniziativa, presentando un progetto di riqualificazione dell'illuminazione esterna, che permetterà di valorizzare la suggestiva mole della Torre, rendendola finalmente visibile dal centro città e dalle Riviere. Ad impreziosire gli interventi di riqualificazione in programma, l'Osservatorio Astronomico di Padova provvederà inoltre ad illuminare alcuni particolari del cosiddetto Osservatorio Superiore sulla sommità della Specola.
Il nuovo sistema illuminante opererà per ottimizzare i consumi energetici e ridurre l'inquinamento luminoso, garantendo al tempo stesso una migliore qualità dell'illuminazione.

Le caratteristiche tecniche del nuovo impianto

Il nuovo impianto di illuminazione esterna della Specola sarà costituito da 4 gruppi di proiettori LED, con sorgente luminosa adatta a valorizzare la storica architettura, di fabbricazione iGuzzini illuminazione S.p.A. Ogni gruppo provvederà a illuminare un lato della Torre.
Accanto a questi apparati, saranno installati anche proiettori RGB con 3 serie di LED di colore rosso, verde e blu, che potranno fornire suggestivi effetti cromatici, in occasione di particolari eventi pubblici.
L'Osservatorio Superiore sarà illuminato, con fascio luminoso radente alla muratura, da proiettori installati alla base della parete stessa lungo il suo perimetro, provvisti di alette per il controllo dell'angolo di emissione. Le sei grandi finestre astronomiche saranno retroilluminate con una coppia di profili LED up-down situati tra i finestroni, appena restaurati e le tende interne. In coincidenza con questo intervento, saranno sostituiti gli attuali proiettori alogeni della Sala delle Figure con proiettori LED. All'ultimo livello, i cupolini saranno illuminati con quattro proiettori fissati al parapetto della terrazza, con fascio luminoso tangente alla muratura in elevazione.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...