Logo stampa
menù responsive
HomeScuolaUn pozzo di scienza
UN POZZO DI SCIENZA

VI edizione | 30 marzo - 4 aprile 2020

Padova | Trieste | Udine | Gorizia

pozzo di scienza 2020

Ri-Adattiamoci

Dal 30 marzo al 4 aprile torna un pozzo di scienza, che farà tappa nelle scuole secondarie di secondo grado di ogni indirizzo nelle città di Padova, Trieste, Udine e Gorizia.

Il progetto un pozzo di scienza è ideato, promosso, sostenuto da Gruppo Hera e AcegasApsAmga, è realizzato da ComunicaMente, Tecnoscienza e IS - Science Centre Immaginario Scientifico di Trieste insieme a un comitato scientifico composto da: Prof. Michele Pinelli - Professore Associato del Dipartimento di Ingegneria dell'Università di Ferrara; Prof. Piergiorgio Degli Esposti - Professore Associato di Sociologia del Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia dell'Università di Bologna; Prof. Stefano Draghetti - Entomologo e Docente di Scienze presso il Liceo Galvani di Bologna.

Ri-Adattiamoci è il tema di questa nuova edizione che mai come quest'anno c'entra un argomento estremamente attuale: la capacità di riadattarsi, cioè la resilienza.
Ma che cos'è la resilienza? In termini "tecnici" è la capacità di molti materiali di resistere a urti improvvisi senza spezzarsi e di riprendere la propria forma originaria, in modi e tempi diversi. Negli organismi viventi diventa una sorta di adattamento, attraverso una trasformazione dei processi metabolici, fisiologici e comportamentali finalizzata alla sopravvivenza in un ambiente in cui le condizioni sono cambiate.
Anche gli esseri umani, dopo uno shock, tendono a ri-adattarsi, dal punto di vista sociale, fisico e psicologico con reazioni molto diverse che dipendono dalle proprie capacità di affrontare le avversità della vita, superarle e uscirne trasformati o addirittura rafforzati. Il problema però è che la specie umana è andata un po' oltre: ha sì cercato di adeguare se stessa al proprio ambiente, ma allo stesso tempo ha piegato quest'ultimo alle proprie esigenze e ora la natura non riesce a reggere più le condizioni che l'uomo ha imposto.
Cosa possiamo fare quindi? Di certo non vogliamo estinguerci: dobbiamo quindi adattarci a vivere nel migliore dei modi possibile e nel migliore dei mondi possibile, rispettando le regole che ora l'ambiente ci impone. Conoscenza e coscienza ci aiutano ad adattarci e il nostro vantaggio è che, anche se in ritardo, potremmo arrivare preparati al prossimo cambiamento: percepiamo il disagio che si è creato e possiamo attenuarlo con strategie che ne diminuiscano l'impatto, mitighino le conseguenze e rendano il nostro adattamento meno drastico.
Siamo pronti? Costruiamo insieme un percorso in cui le esigenze e la resilienza dell'uomo e dell'ambiente concorrano al raggiungimento dell'obiettivo: la sopravvivenza di entrambi.


La proposta didattica

Nella proposta didattica di quest'anno troveremo le Science Stories, incontri caratterizzati da una forte componente interattiva e partecipativa e tenuti da docenti universitari, scienziati, giornalisti, esperti e giovani ricercatori.

E poi ancora le game conference, caratterizzati da un approccio ancora più pratico ed esperienziale. Non mancaranno i laboratori interattivi hands-on, costruiti sull'approccio IBSE (acronimo per Inquiry-Based Science Education), cioè l'apprendimento basato sull'investigazioneche stimola la formulazione di domande e azioni per capire fenomeni e risolvere problemi, attraverso sia i "tradizionali" kit didattici sia con il Play Decide. In quest'ultimo caso si tratta di un laboratorio in forma di gioco di ruolo, promosso dall'Unione Europea, per favorire lo scambio e il dibattito su tematiche scientifiche di grande attualità: dato il successo riscontrato nella fase di sperimentazione, è diventato ora permanente.


Contest #riadattiamoci

Grande novità di quest'anno: un contest dedicato agli studenti che parteciperanno a un pozzo di scienza e che permetterà di far vincere un premio all'intera classe che si aggiudicherà la vittoria.

In cosa consiste la gara?
Partecipare è semplicissimo: scattate una foto durante o dopo le attività svolte in classe (laboratori, science stories, game conference) che racconti il tema di un pozzo di scienza dedicato alla resilienza, postatela sul vostro account Instagram e inserite @AcegasApsAmga e #riadattiamoci, seguendo inoltre il canale Instagram di AcegasApsAmga!
Chi vince?
La foto che prende più like vince il contest: ogni studente potrà postare la sua foto e nel caso sia questa a conseguire la vittoria consentirà alla sua classe di aggiudicarsi il premio! Quanti più studenti di una stessa classe partecipano, maggiori saranno le possibilità di vittoria!

È possibile postare da lunedì 30 marzo a domenica 5 aprile!

Il regolamento sarà disponibile a partire da lunedì 30 marzo. Non occorre iscrizione, ogni scuola partecipante all'iniziativa è iscritta automaticamente.


Tutte le attività sono gratuite

Tutte le attività sono gratuite, si tengono all'interno della scuola richiedente e hanno una durata di 1h30min

Domanda di partecipazione

Le domande di partecipazione potranno essere inviate tramite form web dal 3 al 23 febbraio 2020

vai al form di iscrizione

NotaBene
Le richieste di adesioni pervenute verranno accettate in ordine di arrivo fino all'esaurimento delle disponibilità. L'invio delle domande di partecipazione non equivale all'iscrizione a tutte le attività richieste. Al ricevimento delle domande sarà nostra cura verificare l'effettiva possibilità di fruizione in base al numero complessivo di richieste pervenute e alle disponibilità degli esperti che interverranno. A seguito di tale verifica, la segreteria provvederà a ricontattare le scuole/i docenti coinvolti per comunicare loro il tipo e il numero di attività che sarà possibile svolgere tra quelle da loro indicate.

Uno spazio virtuale per i materiali didattici

Le scuole aderenti al progetto, che vogliano approfondire la conoscenza del percorso didattico prima, dopo e durante lo svolgimento delle attività stesse, avranno a disposizione uno spazio virtuale dedicato, dove potranno trovare man mano che le attività procedono, tutti i materiali didattici: presentazioni, immagini, filmati, documentari. L'indirizzo per accedere alla documentazione sarà comunicato agli interessati.

Per informazioni

Segreteria organizzativa: ComunicaMente telefono 051 506 1147
da lunedì a venerdì, 9.30 - 17.00
pozzodiscienza@comunicamente.it

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
[Insieme per superare l'emergenza]
“Non ho mai visto Gorizia così. La ...
Dove lo butto? Se hai dubbi su come conferire i ...
A chi si prende cura degli altri.
A chi si prende ...
Gli Educational Kit de