Logo stampa

Conciliazione

La Conciliazione Paritetica, a disposizione di tutti i clienti. Gratis ed efficace

E' attiva la Procedura di Conciliazione Paritetica tra AcegasApsAmga e le Associazioni dei Consumatori per la risoluzione delle eventuali controversie, che dovessero insorgere durante il rapporto contrattuale di fornitura del servizio idrico integrato, in modo amichevole, semplice e gratuito.
Con la sottoscrizione del Protocollo di Intesa e la stesura del Regolamento per la Conciliazione Paritetica con le Associazioni dei Consumatori, l'azienda riconferma di operare nel rispetto dei principi di responsabilità sociale e secondo i valori del codice etico di Gruppo.

Perché abbiamo attivato la Conciliazione Paritetica

E' dedicata ai Clienti acqua di AcegasApsAmga.
Vogliamo essere più vicini al Cliente, ascoltarlo e porre particolare attenzione alle sue richieste. Vogliamo che il nostro Cliente si senta tutelato anche grazie al supporto dei qualificati rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori a cui potrà fare riferimento.

Che cos'è la Conciliazione Paritetica Extragiudiziale

La Conciliazione (anche detta A.D.R. cioè Alternative Dispute Resolution) è la risoluzione extragiudiziale delle controversie, che permette di evitare il ricorso alla giustizia ordinaria. I tempi di soluzione delle dispute sono molto più rapidi e vengono seguiti i criteri delle raccomandazioni della Commissione Europea, racc. 98/257/CE e racc. 2001/310/CE, che assicurano la composizione di una controversia.

Chi può richiederla

Sono ammessi alla Procedura i clienti domestici, comprese le utenze domestiche centralizzate, intestatari di contratti acqua con fornitura ad uso domestico individuale, nonché centralizzato condominiale con consumi non superiori ai 3.000 mc/anno. Sono escluse dall’ambito della conciliazione paritetica le controversie relative a: dispersioni idriche verificatesi su impianti privati interni; conseguenze derivanti da rottura contatori per avverse condizioni atmosferiche; azioni di recupero del credito; fattispecie relative all’applicazione di componenti tariffarie deliberate dalle Autorità competenti; fattispecie nelle quali sia intervenuta la prescrizione ai sensi di legge.

Quando e come può essere attivata

Per attivare la Conciliazione il Cliente deve aver prima inviato un reclamo all'azienda, in cui viene specificato il motivo della lamentela, utilizzando gli appositi moduli e gli indirizzi dedicati. Nel caso in cui il Cliente ritenga la risposta insoddisfacente o non abbia ricevuto risposta entri i 50 giorni solari, può richiedere la Conciliazione, entro un anno dalla data di invio del reclamo, tramite una delle Associazione dei Consumatori che hanno sottoscritto il Protocollo. Qualora il Cliente non abbia preferenze la richiesta di Conciliazione potrà esser inviata direttamente all'Ufficio di Conciliazione che provvederà ad assegnare la pratica ad una delle Associazioni su base turnaria.

Quanto costa

E' gratis per il Cliente. L'azienda supporta i relativi costi.

Come funziona

Nella Conciliazione Paritetica i conciliatori sono due, e ciascuno rappresenta una delle parti della controversia, uno nominato dall'Associazione dei consumatori interessata, ed uno nominato dalla Società a cui è riferibile il rapporto di contestazione. Essi formano la "Commissione di Conciliazione", che ha il compito di individuare la proposta di soluzione da sottoporre alle parti. I conciliatori, che hanno seguito idonei percorsi formativi, devono cercare di risolvere la controversia secondo equità, proponendo una possibile soluzione che sia accettabile da entrambe le parti, che restano libere di accettare oppure no.

Quali sono i tempi di gestione

Il Regolamento disciplina la Procedura di Conciliazione. Entro 15 giorni solari vengono contattati i conciliatori e concordata la data di riunione della Commissione, che deve svolgersi entro 30 giorni solari dall’invio dell’avviso di convocazione. Ove le circostanze lo consentano il tentativo di conciliazione può effettuarsi anche mediante video-conferenza, conferenza telefonica o tramite email. La procedura prevede la definizione della pratica entro 120 giorni solari dal ricevimento della richiesta. Durante lo svolgimento della Procedura sono sospese le eventuali iniziative di interruzione del servizio e di recupero forzoso dei crediti.

Come si conclude

La Commissione individua la proposta di soluzione alla controversia che il conciliatore, nominato dall’Associazione dei Consumatori, sottoporrà al cliente entro 15 giorni solari. Il cliente, entro i successivi 15 giorni solari, potrà accettare la proposta, sottoscrivendo il relativo verbale di conciliazione avente efficacia di accordo transattivo ai sensi dell’art. 1965 del Codice Civile, oppure, in caso di dissenso, restituire l’atto al proprio conciliatore che informerà di un tanto la Commissione, che redigerà il verbale di mancata conciliazione e di conclusione della procedura, che dovrà essere sottoscritto da entrambi i conciliatori.

Come richiedere la Conciliazione

Per avviare una pratica di conciliazione relativa al servizio idrico integrato occorre individiduare una Associazione di Consumatori tra le sottoscriventi il protocollo d'intesa con AcegasApsAmga e compilare il modulo di richiesta

Per un contratto attivo di fornitura domestica gas o energia elettrica puoi inoltrare la richiesta di Conciliazione alla tua Società di Vendita, se prevista.

Hanno sottoscritto il protocollo d'intesa le seguenti Associazioni:
Padova - Adoc, Casa del Consumatore, Codacons, Federconsumatori
Trieste - Adiconsum, Adoc, Federconsumatori, Lega Consumatori

 
 
Risultati economici 2016
 
Risultati economici 2016 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
Presentazione del Gruppo
 
Presentazione del Gruppo Hera - 2016
 
 
Dove sei, ci siamo.
 
TV spot