Logo stampa
menù responsive
"24 ORE IN ACEGASAPSAMGA", UN LIBRO PER RACCONTARE L'AZIENDA

MONDO MIGLIORE? ANCHE GRAZIE AI CONTATORI GAS


MARCO NORDERA BUSETTO

GESTIONE CONTATORI GAS A PADOVA


 

"Bisogna sempre pensare a cosa stiamo lasciando ai nostri figli. Io, ad esempio, so che se faccio bene il mio lavoro, lascerò alla comunità una rete di distribuzione del gas migliore di quella che ho trovato".
Se si dovesse distillare in un sedicesimo il lavoro di Marco Nordera Busetto, potrebbe stare tutto in questa frase, ripetuta con quel sorriso che gli esce facile come lava di un vulcano in eruzione. Una frase che racconta poi di un approccio alla vita. Quello di un ottimista per natura, che pensa che il mondo si salverà perché impareremo tutti ("mi piace pensare che ce la faremo") a essere più responsabili e rispettosi degli altri.

Il suo mondo migliore Marco lo costruisce ogni giorno occupandosi di contatori del gas a Padova, fra gli uffici e i capannoni di via Jacopo Corrado.
Un'attività che, a pensarci bene, impatta (e impatterà) in modo piuttosto diretto sulla qualità del servizio gas. Perché Marco si occupa soprattutto della sostituzione dei vecchi contatori gas (quelli analogici, con le ghiere numerate, per intenderci), con i misuratori elettronici di nuova generazione: quelli in grado di trasmettere da sé i dati dei metri cubi consumati, senza quindi necessità dell'autolettura da parte del cliente.

"È un'attività piuttosto impegnativa", spiega. "Solo nel 2017 abbiamo sostituito circa 25 mila contatori a Padova, che si aggiungono ai circa 60 mila montati a partire dal 2014. Entro i prossimi 6 anni contiamo di coprire l'intera città". Si compirà così anche sul metano la rivoluzione della misura, già avvenuta nell'energia elettrica, dove la sostituzione dei vecchi contatori è avvenuta già alcuni anni fa. Una sostituzione che consentirà ad AcegasApsAmga (che gestisce in città la distribuzione del gas), di comunicare mensilmente alle società di vendita gas le letture dei contatori, basate sui consumi reali dei clienti.

 

Non è un lavoro banale da gestire e Marco lo sa bene: dietro a quel monolite grigiastro con il display a cristalli liquidi infatti c'è un mondo. E per far funzionare bene le cose non basta semplicemente staccare uno scatolotto vecchio e montarne uno nuovo. Anche perché si ha pur sempre a che fare con il gas, anche se non si sta riparando una fuga.
"Quando pianifico e controllo il lavoro delle ditte o dei colleghi che vanno a effettuare le sostituzioni, la verifica sul campo del rispetto di tutte le procedure legate alla sicurezza è fondamentale", spiega facendosi serio questa volta.
"Ma più in generale è fondamentale assicurarsi che venga prestata cura al dettaglio. Ad esempio, all'associazione corretta fra numero di contratto e matricola contatore, perché un errore di quel tipo non è detto che emerga subito. Oppure alle modalità con cui i colleghi o le ditte esterne incaricate della sostituzione dei contatori vengono identificati". Parrebbe una minuzia quest'ultima attenzione. E invece Marco ha in mente una casistica ben precisa: le tentate truffe ai danni dei cittadini. Vale a direquegli individui (e non sono pochi) che approfittano della buona fede delle persone e spacciandosi per "addetti del gas" si introducono in casa in modo fraudolento. Tipicamente per arraffare qualche soldo o gioiello. Ma non è necessaria una condotta esplicitamente truffaldina per generare equivoci e situazioni al limite della legalità.

"Capita spesso di aziende che passano porta a porta cercando di vendere apparecchi per il rilevamento di perdite di gas", riprende Marco. "Non si tratta di un'attività illegale, beninteso. Ma talvolta succede che con malizia si qualifichino genericamente come quelli della società del gas e i cittadini, magari quelli più anziani, identificano AcegasApsAmga come società del gas, mentre invece noi non c'entriamo nulla".

Così Marco è sempre molto attento nel controllare che tutti gli uomini AcegasApsAmga (o di ditte incaricate) espongano sempre chiaramente il cartellino identificativo e che il call center aziendale abbia sempre l'elenco dei professionisti che in un determinato giorno stanno lavorando su una determinata zona, in modo che chiunque, con una semplice telefonata, possa verificare se chi si trova davanti sta effettivamente operando per AcegasApsAmga. Anche questo, in fondo, è un contributo a una città migliore.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
[#uso efficiente delle #risorse]
Cessione del credito d’imposta per le #riqualificazioni ...
#Trieste
In occasione del Sabato Ecologico #Christmas Edition abbiamo raccolto ben ...
[#Differenziare è importante. Farlo bene, di più]
Una raccolta differenziata di ...
[Uso efficiente delle #risorse]

#Temperatura domestica: anche un grado può fare ...