Logo stampa
menù responsive
INFORMAZIONI E SERVIZI GESTITI

Il decesso di una persona cara

Cosa fare in caso di decesso di un congiunto/conoscente

Se il decesso avviene in casa
Se il decesso è avvenuto senza l’assistenza di un medico è necessario avvisare il 118 che interverrà col medico di guardia per constatare la morte. I familiari potranno contattare una qualsiasi agenzia di onoranze funebri operante sul territorio per richiedere la rimozione ed il trasporto della salma presso l’obitorio comunale del cimitero di Sant’Anna.
E’ poi necessario recarsi subito dal medico curante che deve compilare la Scheda ISTAT di sua pertinenza; questo modulo deve essere consegnato dal familiare (o conoscente) all’impresa di pompe funebri alla quale ci si rivolge per organizzare il funerale.

Se il decesso avviene in una casa di cura o di riposo
E’ la stessa struttura ospitante che provvede di solito alle pratiche per la constatazione della morte e per il trasporto della salma all’obitorio comunale del cimitero di Sant’Anna.
Se il decesso si è verificato in una casa di cura sarà compito di tale struttura fornire ai familiari del defunto  la Scheda ISTAT già compilata, se il decesso si è verificato in una casa di riposo è necessario recarsi subito dal medico curante che deve compilare  la Scheda ISTAT di sua pertinenza; questo modulo deve essere consegnato dal familiare (o conoscente) all’impresa di pompe funebri alla quale ci si rivolge per organizzare il funerale

Se il decesso avviene in una struttura ospedaliera (Ospedale Maggiore o Ospedale di Cattinara)
E’ la stessa struttura ospedaliera che provvede alle pratiche per l’ottenimento del permesso di seppellimento.
L’impresa di pompe funebri alla quale ci si rivolge per l’organizzazione del funerale ha necessità di disporre quanto prima possibile:
- Della Scheda ISTAT compilata dal medico curante (se il decesso è avvenuto in una qualsiasi privata abitazione, casa di cura o casa di riposo)
- dei vestiti con i quali la salma sarà composta nella bara
- di un documento identificativo del defunto
- della carta di identità del familiare che si occupa del funerale
- del codice fiscale del familiare che si occupa del funerale
- dei dati della eventuale tomba di famiglia nella quale si vuol seppellire la salma
La cancellazione dall’Anagrafe avviene d’ufficio.

Certificato
Il certificato di morte è disponibile dopo 5 - 7 giorni dalla data del funerale, in qualsiasi Centro Civico. Tale documento è necessario per la chiusura della posizione pensionistica o per l’eventuale reversibilità, e per dare inizio ad eventuali pratiche di successione. Tutte le pratiche riguardanti le successioni devono essere presentate entro 180 giorni dalla data del decesso.

Fiscalità
Ai fini della dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese funerarie sostenute per un importo complessivo non superiore ad Euro 1.549,37 solamente nel caso di decesso di coniuge, genitori e figli, generi e nuore, fratelli, sorelle e affiliati. Le voci deducibili sono solo quelle del funerale. Non sono invece deducibili le spese sostenute per il contratto di concessione di manufatti cimiteriali (loculi colombari, loculi ossari, loculi cinerari, tombe di famiglia) e nemmeno le spese per fiori e necrologie. Sono inoltre deducibili solo le spese sostenute nell’anno del decesso, a prescindere dalla data in cui è avvenuto.

 
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
Lo sviluppo sostenibile nel Gruppo Hera
 
 
Economia circolare
 
economia circolare
 
 
Aggiungere valore
 
aggiungere valore
 
 
 
La #raccoltadifferenziata a #barcola per continuare a proteggere l'#ambiente e ...
Rifiuti ingombranti? Veniamo a prenderli noi! Chiama il Servizio Clienti ...
Innovazione da oltre un secolo]
A #Trieste l’#acqua nelle case arrivò ...
Quante #mascherine troviamo per terra! Per la tua #salute, per ...